Tu sei qui

Buche

Buche:

  • 01 – 340m, PAR 4: dog-leg a destra reso interessante alla partenza da un fairway lungo protetto a destra da un ostacolo d’acqua laterale e a sinistra da due bunker.
  • 02 – 175m, PAR 3: il fairway è costeggiato per tutto il tragitto da un laghetto che funge da ostacolo laterale. L’enorme green viene sfiorato dalla pineta che lo circonda a semicerchio.
  • 03 – 425m, PAR 5: caratterizzato da un partenza situata nella pineta e da un fairway che attraversa una zona pianeggiante fiancheggiata sui due lati da un rough molto ondulato. Il green è posizionato più in alto rispetto al fairway, difeso  da un enorme cespuglio di macchia mediterranea.
  • 04 – 405m, PAR 4: un viottolo porta al tee sopraelevato di questa buca che ha due ostacoli d’acqua, uno laterale e uno frontale, due bunker e un green molto esteso e ondulato che la rendono hcp 1 del percorso.
  • 05 – 335m, PAR 4: il fairway, protetto a sinistra da un laghetto, ha un’improvvisa svolta a destra nella pineta dove si aprono il green con una discreta pendenza e gli avvallamenti dei bunker erbosi.
  • 06 – 137m, PAR 3: è una buca con una particolare caratteristica. È ricavata interamente all’interno della pineta, rispettando la natura.
  • 07 – 380m, PAR 4: il tee-shot chiede al giocatore di sorvolare una parte di pineta e un ostacolo d’acqua frontale. Il fairway è interamente costeggiato da un ostacolo d’acqua che termina all’ingresso del green.
  • 08 – 157m, PAR 3; 09 – 482m, PAR 5: da questo punto il campo si estende su di un paesaggio completamente diverso. La buca 8 – interamente protetta da bunker – e la 9 sono quasi messe in fila una dietro l’altra. Sono costeggiate sulla sinistra dalla pineta, sulla destra compare una vasta zona che ricorda i famosi link scozzesi. Sullo sfondo, il mare con le bellissime isole di Ischia e Procida  e l’imponente silhouette del Vesuvio.
  • 10 – 351m, PAR 4: il lato sinistro costeggia il porto. Sul lato destro dune di sabbia circondano il fairway fino al green, a ridosso della scogliera.
  • 11- 169m, PAR 3: un green a pochi metri dal mare. Il fairway è quasi inesistente, tutto il resto è sabbia.
  • 12 – 466m, PAR 5: il tee è ricavato sulla scogliera del porto, e i quasi 500 metri di questo par 5 costeggiano il mare, con la spiaggia che lo lambisce a sinistra mentre a destra si susseguono grandi dune di sabbia. Nell’Europa continentale è  forse la buca che più a lungo e da più breve distanza costeggia il mare.
  • 13 - 157m, PAR3: costeggia il mare con un tee spostato verso l’interno e la linea di tiro punta diagonalmente verso l’acqua. Il green è articolato e scende verso l’interno fin quasi a sfiorare un piccolo lago.
  • 14 – 398m, PAR 4: costeggia il mare, è uno scenografico fairway interamente protetto da dune sabbiose su ambo i lati.
  • 15 – 528m, PAR 5: corre parallelamente alla pineta, anch’essa circondata da dune di sabbia. Due laghi difendono strategicamente il green, che può essere raggiunto in due colpi, ma scavalcando l’acqua per gli ultimi 200 metri.
  • 16 – 327m, PAR 4: la buca corre dritta verso il mare, con grandi dune di sabbia che circondano il fairway sia sul primo che sul secondo colpo. Il green, protetto sul secondo colpo da un laghetto, è a non più di 50 metri dalla battigia.
  • 17 – 185m, PAR 3: il mare è sul lato destro. Il fairway è pressoché inesistente, soltanto pochi metri davanti al grande green che si unisce con quello della buca 12. Intorno solo la spiaggia.
  • 18 – 472m, PAR 5: il percorso si conclude con un dog-leg sulla sinistra, dove ampi spazi di sabbia sostituiscono il rough. Il green è sollevato rispetto al fairway, circondato da grandi depressioni sabbiose.